venerdì, marzo 09, 2007

Saturno (mi è) contro

Questa settimana è ricominciata l'università.
Oh, gioia, oh gaudio!


Il mio lunedì è stato
abbastanza tranquillo, se non fosse che alle 4 del pomeriggio le ghiandole del mio collo si sono gonfiate come dirigibili costringendomi a scappare a casa. Ovviamente avevo persino la febbre...Cominciamo bene!
Martedì e mercoledì li ho passati in uno strano stato di catalessi, in cui mi aggiravo per la casa come uno zombie.
Ma il terribile Giovedì mattina è arrivato in fretta. Io e la Vale non eravamo molto lucide, non sapevamo effettivamente come avremmo fatto 8 ore lì dentro con quella pazza omicida...Sto parlando di
COSTRUZIONI ovviamente!
Ieri infatti, la prof, ci doveva riconsegnare il book per il progetto della seconda esercitazione effettuata a gruppi prima dello stop didattico.

Fatto sta che questa arriva e comincia a ridare i lavori. Essendo in prima fila però, abbiamo notato che il nostro lo ha preso e lo ha infilato infondo.
Sorge spontanea nella nostra mente la domana:
Perchè?
Con sgomento, abbiamo incominciato a pensare le cose peggiori.
Ho mangiato con l'angoscia, perchè non avevo intenzione di rimanere (di nuovo) sino alle 6 per sentirmi dire che il lavoro svolto faceva schifo, che non ci mettiamo un minimo di impegno, ecc ecc. visto e considerato che per quel lavoro io e la vale abbiamo versato lacrime e sangue. E non scherzo. Il giorno in cui abbiamo dovuto portare il modellino c'era persino
il tifone!!-__-

Durante tutta la lezione ho sentito l'ansia crescere sempre di più, più o meno come l'ira negli occhi di quella donna spietata.
Fisicamente ero ridotta a una specie di budino.
Adesso dirò quella parola che fa inorridire gli uomini: mi sono venute le mestruazioni!Con conseguente scazzo, depressione, ridarella schizzofrenica...

Arriva finalmente alle penultime (che erano affianco a noi) facendo loro un cazziatone della madonna!Le ha letteralmente mangiate vive, tanto che stvo per mettermi a piangere per loro. O per me?
Ed eccoci a noi. Esordisce con un "il vostro dehor fa schifo, io in Corso Italia non ce lo metterei mai, è brutto..." cose così, ma senza alzare troppo la voce(e già questo mi ha confortato!). Non so cosa mi abbia trattenuto dal dirle che l'oggetto ce lo hanno modificato quasi totalmente gli assistenti, ma lasciamo perdere. A un tratto l'impensabile:

"Ci sono due tipi di persone qui dentro che come voi hanno preso la sufficienza: il primo tipo, sono quelli che voglio fuori dal corso, il secondo tipo, sono persone come voi. Persone che si impegnano, che sbagliano, ma che si fanno un culo così per ottenere un risultato."

Ci ha detto che ci siamo impegnate molto, che lo ha visto, che se il risultato non è stato esaltante è stata anche colpa sua.
Insomma, sono salita sul bus contenta di aver visto in lei un barlume di essere umano.

Finalmente alle 7 mi dirigo a casa. Non ce la facevo più, ero troppo distrutta.
Ma ovviamente, solo io potevo beccare due incidenti!Nel primo il bus è rimasto fermo 40 minuti, quando finalmente si è ripartiti, tempo 3 metri e un'ambulanza investe uno.

Devo dirlo che mi stava per chiudere il supermercato?Devo dirlo che avevo 50 cose in mano e che ogni 3 per 2 me ne cadeva una?Devo dirlo che ero così mal ridotta che in confronto Amanda Lear sembra una donna vera?
Insomma, sfattissima, riesco ad arrivare al minimarket sotto casa, ma ovviamente cosa c'è: una coda di 6 persone, con tanto di vecchietto novantenne che c'ha messo 6 ore per riuscire a trovare un euro!!!
Mi stava salendo l'ulcera, non sapevo più come fare!Ho quasi rischiato di ammazzare uno che "Posso pagare subito, visto che ho preso solo dei gelati?"
Allora, ma la fila?Dove la mettiamo??
Fortunatamente il
mio sgurado omicida ha vinto anche stavolta e sono potuta uscire tutta felice.

Casa-dolce-casa.
Entro, mi dirigo all'ascensore e saluto una ragazza che stava lì. Passano i minuti ma l'ascensore non arriva.
"Mi sa che è bloccato!"mi annuncia con un sorriso imbarazzato.
No. Non può essere, mi rifiuto.
A che piano abiti Urd?Al 7°?
Volevo uccidermi!Non potevo umanamente riuscire ad arrivare al mio piano a piedi. Era impossibile. La risatina iserica che mi è uscita dalle labbra,credo abbia spaventato quella povera ragazza. E mentre lei avvisava un'amica che abitava con lei perchè andasse a vedere a quale piano fosse rimasta aperta la porta, arriva un consegna pizze a domicilio.
Do anche a lui la bella notizia.

"Ma io devo andare all'ottavo piano!"la sua risposta.
Gli ho dato una pacca sulla spalla per fargli coraggio. Già fare 7 piani a piedi, assicuro, è un'impresa.Figuriamoci arrivare all'ultimo!

Nel frattempo la ragazza ci informa che la sua amica non è riuscita a trovare dove sia bloccato l'ascensore.
"Andiamo bene" Pensiamo all'unisono.
E in quel momento è arrivata un'altra tipa. Mi sembrava di essere in un film comico: questa era vestita da
motociclista sexy, con tanto di scollatura provocantissima e tacchi a spillo!!!!!
In men che non si dica(quando l'altra ha deciso di andare a piedi per controllare lei stessa e mandarci giù l'ascensore) la "motociclista" ha cominciato a strusciarsi sull'omino delle pizze, che imbarazzatissimo mi guardava tutto rosso in viso.

Fortunatamente questa scena pietosa è durata poco, perchè finalmente l'altra ragazza è riuscita a mandarci giù l'ascensore. Volevo piangere dalla gioia, ma...Nel montacarichi l'aria si era fatta un po' strana. La "motociclista" mi schiacciava contro la parete, nel tentativo di piegarsi in avanti per mostrare il suo decoltè all'omino, che nel frattempo era diventato di mille colori.
Quando finalmente è scesa lui mi ha guardato e mi fa:
"Certo, bella ragazza, ma almeno copriti!" sono scoppiata a ridere pensando che quella fosse convinta di aver fatto colpo, invece...
"Beh, magari voleva provarci con te..."dico ridendo.
E questo, serissimo"Ma va!Ti pare?Ma poi che me ne frega...?"
Accipicchia, qualunque altro ragazzo non credo che avrebbe detto così!

Scendo anche io al mio piano, ci salutiamo e lui mi dice:
"Buona serata e...auguri!"
E qui ho completato l'opera.
"Ciao e
auguri anche a te!"



*Ma auguri per cosa?*Mi sono chiesta una volta davanti alla porta di casa. Poi un atroce dubbio...


ODDIO!!!!!!!!!!!!!

4 commenti:

MEO ha detto...

parto con una rivelazione che credevo ormai di dominio pubblico "Amanda Lear è donna vera" per il resto, sono solo giornate che capitano, e sono quelle che poi ti fanno assaporare le meravigliose giornate che prima o poi arrivano.
per il progetti se vuoi ti do qualche dritta, non sono molto bravo con le tecniche ma in facoltà, sono famoso per trovare idei brillanti, che puntualmente scambio con aiuti tecnici e scientifici..

un bacio

Urd ha detto...

Ahahahahah, allora non ti conviene darmi dritte, visto che io non saprei come ricambiare il favore!XD

Amanda Lear è uan donna vera????!!!Accidenti ;P

MEO ha detto...

le cose non si fanno mica solo per essere ricambiate, si fanno semplicemente per il piacere di farle..
ma in questo paese di furbi è opportunisti sta diventando un lifestyle sempre meno usato..
ps: ma che indirizzo fai?

Urd ha detto...

Eh beh, hai propio ragione, ma io dicevo tanto per dire..il fatto è che comunque sono ancoa inesperta!Eheheh

Comunque faccio architettura, ma tra poco dovrò autocensurarmi per evitare che qualche assistente infido scovi questo blog(dove ho intenzione di postare anche caricature/vignette che ritraggono professori ;P umoristiche eh!)...Sì, sono pazza...


Baciocchi