lunedì, maggio 07, 2007

I ladri, gli assassini e il tipo strano...


E' una settimana che non fanno che cercare di farmi incazzare.
O meglio, è una settimana che ci riescono, come solo loro sano fare.
Loro chi?I ladri, gli assassini e il tipo strano...
Tutti
e nessuno in particolare.

Prima ci si mettono i compagni di laboratorio, poi i professori(di laboratorio), poi i compagni di tutte le altre materie, gli anziani sul bus, il bus, la pioggia, l'ombrello che si rompe mentre corro a prendere il bus, le cuffie del lettore, le scarpe zuppe d'acqua, il compito rinviato, i vari cartolai/copistari, il pranzo... Detta così non sembra nulla, ma vi posso assicurare che non ho avuto un attimo di pace (forse Sabato sera annegando dispiaceri nell'amaro Montenegro)!

E non ne posso più!
Ogni osso del mio corpo si lamenta, ma stringo i denti, mentre devo sopportare le lamentele continue e insopportabili delle persone sull'autobus!
E i genovesi sono fenomenali per il loro MUGUGNARE di continuo. E quando vi dico fenomenali, credetemi! Se non mi dessero così ai nervi da voler prendere a testate il finestrino, mi farebbero morire dalle risate.

"Sei stanco della solità ospitalità?Vieni in vacanza in Liguria!"

*Prendo un bel respiro*
Scusatemi, ma oggi non ci siamo. La settimana è finita male e questa è iniziata anche peggio.
Sono normali alti e bassi, per carità, ma davvero le persone a volte mi sembrano dei pesci lessi.
Mi guardano con quegli occhietti spenti, senza espressione, come a dire "E beh?"

E beh???
Maledetto copistaro del cavolo!Mi hai detto di ripassare "tra un'ora" è passata un'ora e mezza, torno e mi ridici "Ci vuole ancora un'ora?" Ma io ti ammazzo!Ti strangolo con le mie maniiii!

Sì, ok, ok, mi calmo...sono calma...
*Sospiro* sto facendo tutto quello che posso per essere al meglio. Certo non sono avanti con gli esami, non sono convinta di quello che faccio, ma lo faccio. Il mio pensiero è sempre da un'altra parte, lo strappo alle fantasie e lo riporto bruscamente alla realtà. E in quel momento mi sento male e in gabbia. Poi scuoto la testa, cancello problemi inesistenti e mi dico che devo andare avanti. Io vado avanti. E anche se è faticoso, anche se vorrei mettermi a piangere, mi dico di no.

Ce la devo fare.

Ma adesso vi lascio a Faber con Creuza De Mà (anche se ad andare in giro per i vicoli di Zena, la canzone che scatta IMMEDIATAMENTE nella mia testa è La Città Vecchia[<-versione censurata.Non trovo quella senza censure...])

Creuza de ma

Umbre de muri, muri de maine' dunde ne vegni, duve
l'e' ch'a ne': de'n scitu duve a luna se mustra nua e
neutte n'a' puntou u cultellu a gua;
e a munta l'ase gh'e' restou Diou, u Diau l'e' in pe e u s'e' gh'e' faetu
niu; ne sciurtimmu da u ma pe sciuga' e osse da u Dria,
a funtana di cumbi 'nta ca de pria.

E andae, andae, anda ayo; e andae, andae, anda ayo.
E 'nt'a ca de pria chi ghe saia, int'a ca du Dria che u nu l'e' maina': gente de Lugan, facce da mandilla, qui
che du luassu preferiscia l'a; figge de famiggia udu de bun che ti peu ammiale senza u gundun.

E a 'ste panse veue cose che daia, cose da beive, cose da mangia? Frittua de pigneu giancu de Purtufin,
cervelle de bae 'nt'u meximu vin, lasagne da fiddia ai quattru tucchi, paciugu in aegruduse de levre de cuppi.

E 'nt'a barca du vin ghe naveghiemu 'nsc'i scheuggi, emigranti du rie cu'i cioi nt'i euggi. Finche' u matin
crescia da pueilu recheugge fre di ganeuffeni e de figge. Bacan d'a corda marsa d'aegua e de sa che a ne
liga e a ne porta 'nte 'na creuza de ma.


Non metto la traduzione, perchè la realtà è che non mi piace quella che c'è in giro. Primo fra tutti il fatto che sia stato tradotto Creuza in Mulattiera. La differenza è che la Creuza è una tpica stradina genovese composta al centro da mattoni rossi e ai lati da pietre. Questo è perchè al centro passavano i carretti e ai lati le persone.
Non vedo perchè tradurre Creuza de Mà in Mulattiera di mare, quando potevano benissimo usare "Strada di Mare".
Ipotizzo che lo abbiano scelto perchè la mulattiera è una strada che ha come "margini" dei muretti, che probabilmente ricordano i vicoli del nostro centro storico... Mah!Tutte supposizioni mie fatte sul momento. Eh già, sono un po' puntigliosa ;P

[Image http://www.aaanetserv.com/turismo/liguria/genova_2_days.html]

3 commenti:

cyberAxia ha detto...

SOOOOREEEEEE!
ma che bel periodo... e fortuna che la primavera dovrebbe portare felicità!
ma sei tu quella nella foto?! finalmente ti vedo! spero che un giorno (prestissimo) riusciremo a vederci in 3D!

un bacione e su con la vita!

Davide ha detto...

Diceva il Corvo: -Non può piovere per sempre!-
Poi l'hanno fatto fuori la seconda volta e non ha detto più nulla.
L'Amaro Montenegro, o piuttosto quello che rappresenta, in qualità di bicchiere della staffa, è una risorsa potente se non si lascia che lo scazzo prenda il sopravvento.
I Copisti sono come gli Uomini Grigi di Momo, come i Dissennatori di Harry Potter: succhiano tempo e felicità col loro -ripassa tra un'ora.-
E' il momento di dire basta ai copisti e mettersi in casa una comunità di frati amanuensi che portino buon umore e grappa.
E questo è quanto.

LA CONIGLIA ha detto...

Dai su stai serena vedrai che tutto andrà meglio...perchè in genere dopo che ti sfoghi tutti inizia ad andar meglio!!!!banale si ma vero cavolo!!!Fattelo dire da me che sto passando alti e bassi incredibili eppur come te ho imparato a stringer i denti....un bacio!