giovedì, marzo 13, 2008

Fantasticherie dell'università italiana

Perchè descrivervi quanto è stata bella la fisioterapia?
O Urlarvi che finalmente (e sottolineo finalmente) la Vale s'è messa con Gerard (che non si chiama così, ma è il nome che gli ho dato io!)?
O farvi sapere che sì ho guidato, e sì, ha nevicato nell'esatto momento in cui sono entrata in macchina, per poi smettere quando sono scesa?
Perchè ritornare a figure allucinanti mentre io e la Harris (Vale) rileviamo un palazzo nel centro storico?


Perchè parlarvi di cose così futili, ma tutto sommato divertenti, quando posso fare un bel rapporto su come funziona l'università italiana? {Pardon: come NON funziona. Ma cos'è che funziona in italia? Ahahahah...sì, vero? No...non so come mi vengano 'ste battute!}
Eh, sì! Oggi ho bisogno di parlare di questo, concedetemelo.

Che il sistema faccia acqua da tutte le parti è risaputo, ma ora si tocca il fondo.
Ieri sera tornata a casa, avevo già voglia di collassare, ma non potevo, perchè avevo da finire un progetto al pc. Avvicinatami alla scrivania, l'orrore: è arrivato il bollettino con la seconda rata dell'università da pagare.

Che già, voglio dire, non è una bella cosa, figuriamoci quando scopri che è lievitata SOLO di 1300,00 €uri! Vi posso assicurare che anche se ho vent'anni (+ 1) le coronarie stavano per cedere. Mi sono ripresa un attimo e mi son detta che "Cavolo, deve esserci un errore!", così ho cominciato a spulciare il sito dell'università... L'unica cosa che scopro è che, probabilmente (ipotesi! Mai nulla di certo), andava rifatta e riconsegnata l'attestazione ISEE (con cui si viene inseriti nelle fasce di reddito). Problema: avevo chiesto se andava rifatta (l'ho fatta per il primo anno) e mi era stato detto che "Non ce n'è bisogno!". Ok, sul sito c'è scritto che c'è ancora tempo per presentarla, pagando una mora (e te pareva?) di 60 € (-___-)... solo che...le news non hanno una data! Non c'è scritto quando è stata pubblicata la notizia o la scadenza per presentare la cosa.

Probabilmente loro contano tanto sulla FANTASIA degli studenti. O forse, più semplicemente, sono di un altro pianeta quindi calcolano il tempo in altri modi (questo mi fa pensare che potrei comprarmi una clessidra, ma è un mio vaneggiamento).

Indi per cui, cerco almeno un indirizzo mail per spiegare il mio problema ma: non c'è. Allora recupero il numero di telefono. Chiamo. Non sanno niente "le passo l'ufficio tasse". Ho il tempo di dire "Buongiorn..." che questa mi dice di chiamare il call center al numero seguente... Allora chiamo il call center, che però è perennemente occupato.

Per verificare che il numero dato sia giusto, lo controllo su internet...e non lo trovo da nessuna parte, se non in un sito in FRANCESE! Dove riesco a recuperare almeno una mail.
Mando la mail e riprovo a chiamare l'uni.

Il povero pino di turno, riesce a darmi solo la seguente informazione: "Guardi, io proprio non so niente, ma so che hanno chiamato molti studenti per il suo stesso problema"

TACK!
E' già qualcosa!


Ok, ok... Scopro infine, una bellissima funzione del sito, in cui posso calcolarmi la 2^ rata. Oh, bene! Inserisco il dato ISEE del primo anno (è inutile che si ostinino a pensare che sia cambiato più di tanto) e scopro che: magia! Anche gli altri anni ho pagato (minimo) 400 € in più del dovuto.

Ora, se avete capito qualcosa di quello che è successo, io cosa dovrei fare? No, perchè tutte le mie idee si riconducono a scene da film Grind house!-__-'
Ad ogni modo, vi invito caldamente a visitare il sito dell'Università degli Studi di Genova
in modo da rendervi conto di quanto sia poco chiaro.

E tra poco ci toccano pure le elezioni.

Annemu ben...





[image http://files.splinder.com/3e1b4e1d6db55fcdb1d5bf31f989450b.jpeg]

7 commenti:

Stefano ha detto...

purtroppo questo è nulla in confronto a ciò che col tempo scoprirai.... ;) potrei parlarti ore e ore delle assurdità ed inneficienze degli uffici pubblici, ma te le risparmio...ah ah ah aha ....buona fortuna per la questione !! :)

Ale ha detto...

io ho il sospetto che non si preoccupino troppo di scrivere in merito a scadenze e a dichiarazioni ISEE perché sperano che qualche studente poco zelante si perda in mezzo a questo mare di burocrazia.
Che schifo però.
Nella mia università (privata però ) queste cose non succedevano: scadenze e rate - sconvolgentemente alte erano scritte a chiare lettere.
Avevamo tutti la consapevolezza di essere tutti molto più leggeri dopo aver pagato le tasse :|

AndreA ha detto...

L'ho visitato...

Effettivamente oltre che poco accogliente, infatti la grafica fa un po' ....ribrezzo, non è funzionale come dovrebbe essere...

Un abbraccio,....

Baol ha detto...

Ciao! L'università è una cosa incredibile O____o

Antonio Candeliere ha detto...

capisco il tuo stato d'animo.

Rendal ha detto...

Vengo a ringraziarti anche qui.

*inchino* GRAZIEEEE!!!! ^^

Hai acceso la notte.

:)

Baol ha detto...

Buongiornooooooo e buon inizio di settimana :)